Presentazione del libro “Il Duce ha sempre ragione. Il fascismo in provincia di Gorizia e nella Bassa Friulana ” di Luciano Patat
Il volume, frutto di anni di ricerca, ricostruisce la storia del fascismo nei territori dell’ex Contea Principesca di Gorizia e Gradisca entrati a far parte del Regno d’Italia dopo la prima guerra mondiale. In una terra di confine, la cui storia è molto più complessa e problematica di quella nazionale, anche il fascismo assume aspetti e caratteristiche particolari che emergono dalla ricostruzione analitica delle vicende di oltre ottanta fasci di combattimento, insediati in tutti i comuni dell’area, tra cui ovviamente anche quello di Cervignano, alla cui storia nel corso della serata verrà dedicata una particolare attenzione. Pensato come testo di divulgazione e come supporto ai ricercatori che intendono approfondire la conoscenza del ventennio fascista, il volume, basato sull’esame di una ricca documentazione reperita in archivi nazionali, regionali e privati e sulle fonti giornalistiche d’epoca, è arricchito da un ampio apparato iconografico che sembra fermare nel tempo il lungo viaggio attraverso il fascismo di una intera generazione.

Luciano Patat, nato a Udine nel 1950, laureato in Filosofia all’Università di Trieste, risiede a Cormons, dove ricopre l’incarico di sindaco e insegna materie letterarie nella locale scuola media. Membro del Consiglio Direttivo del Centro Gasparini, studioso di storia locale, ha scritto recensioni e saggi apparsi su riviste e pubblicazioni storiche e ha pubblicato i seguenti libri: “Il Friuli orientale tra le due guerre” (1985), “Giuseppe Tintar” (1989), “L’industria tessile goriziana” (1991), “Il Cotonificio triestino. Gli stabilimenti di Gorizia e di Ronchi dalla seconda guerra mondiale alla crisi degli anni Ottanta” (1996)“Agli ordini del duce. Cormons 1921 – 1925: il fascismo alla periferia dell’impero” (1997), “Mario Fantini “Sasso”. Comandante della Divisione Garibaldi Natisone” (1999), “La forza di un’idea. Mezzo secolo di storia della Cooperativa Isontina Lavoratori Agricoli” (2000), “Terra di frontiera. Fascismo, guerra e Resistenza nell’Isontino e nella Bassa friulana” (2002), “Fra Austria e Italia. Cormons e l’Isontino a cavallo di due secoli” (2003), “Percorso della memoria civile. La Resistenza nella provincia di Gorizia” (2005), e “Fra carcere e confino. Gli antifascisti dell’Isontino e della Bassa friulana davanti al Tribunale Speciale” (2006).

Per ulteriori informazioni contattare la biblioteca:
via Trieste 33
33052 CERVIGNANO DEL FRIULI
tel. 0431-388540
e-mail biblioteca@com-cervignano-del-friuli.regione.fvg.it
Dove e quando
Cervignano del Friuli, via Trieste 35, Biblioteca-Centro Civico, 7 maggio 2010 alle 18.00
 
Contatti
0431388540
biblioteca@com-cervignano-del-friuli.regione.fvg.it